giovedì 9 febbraio 2012

BRUCE SPRINGSTEEN - Born in the Usa (Testo, traduzione e video)






BORN IN THE USA
Bruce Springsteen

“Born down in a dead man’s town
The first kick I took was when I hit the ground
You end up like a dog that’s been beat too much
Till you spend half your life just covering up, now
Born in the U.S.A, I was
Born in the U.S.A, I was
Born in the U.S.A
Born in the U.S.A, now
Got in a little hometown jam
So they put a rifle in my hands
Sent me off to a foreign land,
to go and kill the yellow man
Born in the U.S.A,
Born in the U.S.A,
Born in the U.S.A,
Born in the U.S.A
Come back home to the refinery
Hiring man said “Son if it was up to me”
Went down to see my V.A. man,
He said “Son don’t you understand now”
Born in the U.S.A,
Born in the U.S.A,
Born in the U.S.A,
Born in the U.S.A
I had a brother at Khe Sahn, fighting off the Viet cong
They’re still there, he’s all gone
He had a woman he loved in Saigon,
I got a picture of him in her arms
Down in the shadow of the peni-tentiary
Out by the - gas fires of the - refinery
I’m - ten years burning - down the road
Nowhere to run ain’t, got nowhere to go
Born in the U.S.A, I was
Born in the U.S.A, now
Born in the U.S.A,
I’m a long gone daddy in the U.S.A, now
Born in the U.S.A
Born in the U.S.A
Born in the U.S.A,
I’m a cool rockin’ daddy, I’m a U.S.A., now”


“Nato giù in una città di morti
il primo calcio che ho preso è stato quando ho toccato terra
finisci come un cane che è stato pestato troppo a lungo
fino a quando passi metà della tua vita a nasconderti
Nato negli U.S.A.
nato negli U.S.A.
nato negli U.S.A…
Una volta mi sono messo in un piccolo guaio dalle mie parti
e così mi hanno messo un fucile in mano
e spedito in Vietnam
ad uccidere l’uomo giallo
Nato negli U.S.A.
nato negli U.S.A.
nato negli U.S.A…
Tornato a casa nella raffineria
il capo mi dice “figlio se toccasse a me”
sono andato per incontrare un signore del V.A. (*)
e mi disse “figliolo tu non capisci”
Nato negli U.S.A.
nato negli U.S.A.
nato negli U.S.A…
Avevo un amico a Khe Sahn
combatteva i Viet Cong
loro sono ancora là, Lui se n’è andato
aveva una piccola ragazza a Saigon
ho una foto di lui tra le sue braccia
Giù all’ombra del penitenziario
fuori tra i fuochi di gas della raffineria
sono da dieci anni per la strada
nessun posto dove correre
non ho nessun posto dove andare
Sono un papà collaudato negli U.S.A.
nato negli U.S.A.
sono un papà che roccheggia negli U.S.A.
nato negli U.S.A.”.
  

   
Bruce Frederick Joseph Springsteen (Freehold, 23 settembre 1949) è un musicista e cantautore statunitense, fra i più rappresentativi della musica rock ed è soprannominato The Boss. 
Iniziò la carriera nel 1965 nel gruppo The Castiles, una band di giovani i cui riferimenti musicali principali erano rappresentati dai grandi del rock'n roll e del rhythm and blues. Nel 1972 ottenne il suo primo contratto che diede origine, nel 1973, al suo album d'esordio, “Greetings from Asbury Park, N.J”. 
Ottimo autore, capace di alternare, sulla scia della migliore tradizione americana che andava da W. Guthrie a B. Dylan, ambientazioni amare a momenti di entusiasmo, Springsteen, già dagli esordi, seppe dare il meglio di sé durante i lunghissimi concerti, accompagnato, nella prima fase della carriera, da un gruppo di musicisti riuniti nella E. Streeet Band. 
L'attività del rocker americano, infatti, si espresse soprattutto nella serie di tour internazionali, a volte della durata di anni, che l'artista interrompeva solo per incidere capolavori del rock contemporaneo quali: “The Wild, the Innocent and the E-Street Shuffle” (1973).., “Born to run” (1975)..., “Darkness on the edge of town” (1978)..., “The River” (1980)..., “Nebraska” (1982)..., “Born in the Usa” (1984)..., “The tunnel of love” (1988)..., “Human touch” (1992)..., “Lucky town” (1992)..., “The ghost of Tom Joad” (1995)..., “Tracks” (1998). 
Nel 1985 furono raccolte alcune sue performance dal vivo nel cofanetto “Live 1975-85”..., nel 1995, ottenuto l'Oscar con “Streets of Philadelphia”, inserita nella colonna sonora del film “Philadelphia” (1993) di J. Demme, la Columbia gli commissionò una raccolta di “Greatest Hits” che Springsteen reinterpretò con la E. Street Band temporaneamente riunita per l'occasione. 
Nel 1995 fu autore anche di parte della colonna sonora del film di T. Robbins “Dead Man Walking”.
  



VEDI ANCHE . . .

BORN TO RUN - Bruce Springsteen

BORN IN THE U.S.A. - Bruce Springsteen

DARKNESS ON THE EDGE OF TOWN - Bruce Springsteen

ROSALITA - Bruce Springsteen






Sta.......................

Nessun commento: