lunedì 13 maggio 2013

IL CIELO D'IRLANDA - Fiorella Mannoia (Testo, commento, note e video)

   
IL CIELO D'IRLANDA
Autore: Massimo Bubola
Interprete - Fiorella Mannoia

Il cielo d'Irlanda è un oceano di nuvole e luce 
il cielo d'Irlanda è un tappeto che corre veloce 
il cielo d'Irlanda ha i tuoi occhi se guardi lassù 
ti annega di verde e ti copre di blu 
ti copre di verde e ti annega di blu 

Il cielo d'Irlanda si sfama di muschio e di lana 
il cielo d'Irlanda si spulcia i capelli alla luna 
il cielo d'Irlanda è un gregge che pascola in cielo 
si ubriaca di stelle di notte e il mattino è leggero 
si ubriaca di stelle e il mattino è leggero 

Dal Donegal alle isole Aran 
e da Dublino fino al Connemara 
dovunque tu stia viaggiando con zingari o re 
il cielo d'Irlanda si muove con te 
il cielo d'Irlanda è dentro di te 

Il cielo d'Irlanda è un enorme cappello di pioggia 
il cielo d'Irlanda è un bambino che dorme sulla spiaggia 
il cielo d'Irlanda a volte fa il mondo in bianco e nero 
ma dopo un momento i colori li fa brillare più del vero 
ma dopo un momento li fa brillare più del vero 

Il cielo d'Irlanda è una donna che cambia spesso d'umore 
il cielo d'Irlanda è una gonna che gira nel sole 
il cielo d'Irlanda è Dio che suona la fisarmonica 
si apre e si chiude con il ritmo della musica 
si apre e si chiude con il ritmo della musica 

Dal Donegal alle isole Aran 
e da Dublino fino al Connemara 
dovunque tu stia viaggiando con zingari o re 
il cielo d'Irlanda si muove con te 
il cielo d'Irlanda è dentro di te 

Dovunque tu stia bevendo con zingari o re 
il cielo d'Irlanda è dentro di te 
il cielo d'Irlanda è dentro di te. 
  

    
Questa canzone di Fiorella Mannoia, contenuta nell'album I treni a vapore, è ispirata a uno degli aspetti più caratteristici dell'Irlanda: il cielo. Come afferma la stessa artista quando in concerto presenta la canzone: 

"Il buon Dio deve amare molto questo Paese, perchè spesso gli manda la pioggia per tenerlo pulito e il vento per asciugarlo e rendere i suoi colori belli e vivaci". 

Il cielo del Nord infatti ha queste caratteristiche: le nuvole appaiono, si dissolvono, ma subito dopo ritornano, creando così un paesaggio sempre nuovo e diverso. 

Il brano inizia con un'allegra introduzione suonata dagli strumenti che eseguiranno I'accompagnamento per tutto il brano. Il ritmo è quello della ballata, scandito dalla cadenza di basso e chitarra e sostenuto dalla batteria.

Non potevano mancare come nello stile della musica celtica, molti assolo strumentali. Dopo il primo ritornello viene riproposta la melodia principale. Dopo la terza strofa più strumenti la ripropongono, ma con variazioni rispetto alla precedente.

Anche nel finale I'alternanza della voce con gli strumenti continua, quasi a voler ricordare la mutevolezza e l'imprevedibilità del cielo irlandese.
   







IL_CIELO D'IRLANDA
NOTE MUSICALI

Estensione
RE - FA2

Tonalità

Suonare: FA
Cantare: LA


.

1 commento:

Anonimo ha detto...

In un suo concerto, introducendo questa canzone, Massimo Bubola disse che l'aveva scritta pensando alla sua terra, il Veneto.
Ciao