mercoledì 31 luglio 2013

FINLANDIA SUITE Op. 26 - Jean Sibelius (Testo originale, traduzione, commento e video)

Sibelius Memorial, Sibelius Park, Helsinki, Finlandia




 
Quando iniziò a comporre questa musica, Jean Sibelius aveva già celebrato lo spirito della sua terra in Kullervo e nelle Leggende di Lemminkäinen.
Collegata allo spettacolo teatrale "La Finlandia si desta", Finlandia era semplice patriottismo musicale che accendeva l'animo dei finlandesi e sosteneva la loro causa nel resto del mondo.
La minacciosa apertura affidata agli ottoni e ai timpani evoca la rigidità del dominio zarista; presto però la musica acquista ritmo, passando dalle cupe tonalità minori a quelle più brillanti maggiori e irrompendo infine in una marcia animata.
Un pacato interludio eseguito dai legni e dagli archi suona come una preghiera per la pace, prima che l'opera si concluda su note trionfali.
  



Finlandia op. 26 è un poema sinfonico del compositore finlandese  Jean Sibelius. 
La prima versione è stata scritta nel 1899, ed è stata rivista nel 1900. 
Il brano è stato  scritto per festeggiare l'indipendenza del Granducato di Finlandia, una protesta segreta contro la censura dall'impero russo, e raffigura episodi della storia finlandese.
La prima uscita avvenne il 2 luglio 1900 a Helsinki con la Helsinki Philharmonic Society diretta da Robert Kajanus. 


SUOMI

Oi Suomi, katso, Sinun päiväs koittaa,
yön uhka karkoitettu on jo pois,
ja aamun kiuru kirkkaudessa soittaa
kuin itse taivahan kansi sois.
Yön vallat aamun valkeus jo voittaa,
sun päiväs koittaa, oi synnyinmaa.

Oi nouse, Suomi, nosta korkealle
pääs seppälöimä suurten muistojen,
oi nouse, Suomi, näytit maailmalle
sä että karkoitit orjuuden
ja ettet taipunut sä sorron alle,
on aamus alkanut, synnyinmaa.


FINLANDIA

Oh, Finlandia, ecco, il tuo giorno sta nascendo,
la minaccia della notte è stata bandita lontano,
e l'allodola del mattino nella luminosità canta, 
come se la terra e il cielo avessero cantato. 
I poteri della notte  sono vinti dalla luce del mattino, 
Il tuo giorno è arrivato, oh patria.

Oh paese, Finlandia, solleva in alto
 la testa, avvolta in grandi ricordi. 
Oh paese, Finlandia, hai mostrato al mondo
 che hai cacciato via la schiavitù
e non ti sei piegata sotto l'oppressione.
Il tuo giorno è arrivato,  patria.







Sta..............................

Nessun commento: